Bibiana

Tra Val Pellice e la Granda del cuneese.


Il Comune di Bibiana

Bibiana, si trova all'imbocco della Val Pellice, "città di confine" con la Provincia Granda del cuneese.

Il territorio qui si fa più collinare, la pianura lascia spazio ad un ambiente con un volto già pedemontano.
Il paese è vitale e ha scorci affascinanti, come un vecchio mulino ad acqua, la bella piazza settecentesca (piazza San Marcellino) sulla quale si affacciano alcuni palazzi signorili dai tetti in pietra di Luserna.

Da segnalare sul colle di Castelfiore, punto panoramico su Bibiana, il Castello Rorengo di Rorà. Sorto sui resti di un castello trecentesco fu poi trasformato in convento francescano e successivamente nella Villa dei Rorà.

Cuore del paese è la centrale piazza San Marcellino su cui si affacciano la chiesa parrocchiale e il bel mercato coperto, utilizzato un tempo dagli allevatori come foro per la vendita del bestiame.
Oggi le colonne e gli archi fanno da cornice al mercato del paese. Non lontano dal borgo inizia la passeggiata per il Colle San Bernardo, piacevole percorso tra boschi di betulle e castagni.

LA SUA STORIA: La prima documentazione storica di Bibiana, risale ad un atto del 1037 del cartario di Cavour che designa la località col nome di Villa di Bibiana. Nel 1259 passò sotto la signoria dei Savoia –Acaja. Verso il 1335 furono costruite delle mura di cinta che circondavano tutto il territorio comprendente il castello di Castelfiore e le poche case ai piedi della collina.Avvenimento di rilievo nella storia di Bibiana è il soggiorno del Duca di Savoia e futuro I° Re di Sardegna Vittorio Amedeo II°.

Nel 1706 in piena guerra di successione spagnola il duca, lasciata Torino assediata dai Francesi, fu ospitato nel convento di Castelfiore. Ivi, recatosi sul vicino Colle di San Bernardo per ispezionare la pianura sottostante,avrebbe pronunciato il solenne voto di far erigere la basilica di Superga se Torino fosse stata liberata. Al 700 risale la costruzione delle numerosissime cascine che costellano tutto il territorio specie nella pianura coltivata da secoli con passione e tenacia.Il territorio di Bibiana fu sede di sanguinose vicende belliche con atti di valore e tragiche morti. Oggi è un paese tranquillo e vivace, in grado di offrire un piacevole e interessante soggiorno. 

IL TERRITORIO: Bibiana è un comune della Val Pellice, nella Provincia di Torino. Un aspetto di grande richiamo della Valle è costituito dal patrimonio naturalistico. E’ di notevole bellezza il paesaggio con le borgate, i boschi e la collina. Numerosi sono i sentieri che si possono percorrere.

E’ un territorio che ha saputo mantenere alto l’interesse per l’agricoltura, seguendo le tradizioni centenarie, sia nel settore frutticolo sia in quello zootecnico. Si tende a garantire la sicurezza alimentare ai consumatori, aumentare la disponibilità di prodotti tipici,affinchè diventino essi stessi un buon motivo per scegliere il nostro paese come meta turistica. Bibiana si estende per una parte in zona montana - collinare e per un’altra in pianura. La zona montana comprende S. Bernardo, S. Vincenzo e S. Michele.

Qui si estendono boschi di castagni, faggi, funghi e castagne, si possono percorrere vecchi sentieri e passeggiate che grazie agli interventi dei volontari mantengono le loro caratteristiche. La zona collinare (Monterzina, Famolasco, S. Espedito) è ricca di verdi prati, vigneti e coltivazioni di kiwi. La zona pianeggiante (S. Bartolomeo, Madonna delle Grazie, Pellengo) offre i suoi prodotti agricoli nelle estese coltivazioni di mele, pesche, pere e kiwi.

Bibiana e il pinerolese pedemontano sono da tempo terre vocate alla frutticoltura. In questa zona, particolarmente tranquilla, è possibile effettuare numerosi percorsi cicloturistici, visitando così anche i comuni limitrofi.L’offerta turistico-alberghiera e gastronomica è caratterizzata dalla presenza agriturismi, B&B , bar ristoranti-pizzerie, agrigelateria.

Da Vedere a Bibiana

 

  • La cappella di San Michele è situata a 2 km dal centro del paese per la strada che unisce Bibiana con Montoso.
    E' una piccola ma curata Cappella, oggi poco utilizzata per le poche festività ma caratteristica.
  • La cappella di San Vincenzo è posta sulla strada che unisce Bibiana con il limitrofo comune di Lusernetta, è una cappella oggi diroccata e inutilizzata, con doppia torre campanaria laterale.
  • CHIESA SAN MARCELLINO: Chiesa Parrocchiale dedicata a San Marcellino , risale al 1728. Il campanile è sormontato da una gabbia, unica nella regione. Dalla cima della torre campanaria si gode di un ampia vista sul paese e sulla pianura circostante.
  • I PALAZZI DELLA PIAZZA SAN MARCELLINO: Sulla piazza San Marcellino si affacciano Palazzi settecenteschi.
  • Villa Bianchetti del XVIII secolo , nota come Villa Bodo, oggi sede del Municipio.
  • Palazzo Olivero-Scaglia risalente al 1725 con all’interno un bel pozzo del 1783.
  • Palazzo Bessone , risalente al 1716 con arcata sottotetto.
  • Palazzo Danesi, risalente alla metà del XVII secolo , anch’esso con arcate sottotetto e porticato a piano terra.
  • Al centro della piazza , la loggia del mercato, nota come ALA COMUNALE , utilizzata un tempo dagli allevatori come foro per la vendita del bestiame. Fu eretta tra il 1769 e il 1784 in muratura con tetto in lose di Luserna e restaurata recentemente. Attualmente si svolge il mercato dei frutticoltori.

 

  • LA MERIDIANA :Datata 1860 anno della nuova catastazione, non si conosce l’autore. Committente la famiglia Danesi una delle più antiche famiglie del luogo. 

 

  • LA TORRE ROSSA: La possiamo notare lungo la vecchia strada in direzione di Cavour, a circa 2 km. da Bibiana. E’ alta 20 mt. Ed è opera del dott. Galvano appassionato di astronomia. Il terrazzo di osservazione si raggiunge tramite una scala a chiocciola interna. Vista panoramica sulla pianura e sui monti circostanti. Risale al 1857.

 

  • AFFRESCHI: In frazione S. Bartolomeo di Bibiana all’ingresso di una cascina troviamo un affresco del 1824 dell’artista locale Joan Batta Quaranta rappresentante l’annunciazione e, ai lati, San Bartolomeo (a destra) e San Lorenzo (a sinistra).

 

  • I CASTELLI:
  • Villa Castelfiore: Su un panoramico poggio, in Bibiana alta, sorge la villa dei Marchesi di Rorà. Eretta nel 1363, fu distrutta nel 1598 dai soldati francesi. Divenne convento dei frati riformati nel 1660 e, distrutta in epoca napoleonica, fu ricostruita come Villa Castelfiore attorniata da uno splendido parco. Una lapide ricorda il Re Vittorio Amedeo II che vi soggiornò nel 1706.
  • Castello di Famolasco Stupendo castello medioevale a 2km. da Bibiana, risale al XI secolo, in posizione panoramica, accuratamente restaurato dall’attuale proprietario. Ha un bel torrione merlato e finestre ogivali: una imponente scala elicoidale e ampi saloni con caminetto del ‘500. Residenza della Famiglia Ferrero di Buriasco, Famolasco e Piobesi, dalla quale l’ultimo erede era nato col soprannome di Conte Codino.

 

  • PARCHI:
  • Parco di San Bernardo: Possibilità di passeggiate tra boschi di castagni, betulle, felci e funghi, a metri 665 di altitudine. Sulla cima, una cappella del XVII secolo dedicata al riformatore di Chiaravalle da cui si gode uno splendido panorama sulla pianura e la sottostante Bibiana. Il colle si trova a 3 km. da Bibiana e si può raggiungere in macchina, a piedi, in bicicletta o a cavallo. Offre un bel parco attrezzato per picnic, ristoro e giochi. Nei pressi, sul sentiero delle biodiversità troviamo anche la palestra di roccia (Rocca Vulpatera), intitolata ad Andrea Buffa.

 

  • PILONI VOTIVI:
  • Numerosi piloni votivi e cappelle si trovano sul nostro territorio a testimonianza della profonda fede religiosa e della devozione dei nostri antenati. Opere importanti che, in alcuni casi, lasciano trasparire evidenti segni del tempo secolare trascorso.

 

  • La Scuola Malva – Arnaldi: è un Ente morale senza scopo di lucro che opera nel campo della ricerca, formazione, divulgazione in agricoltura e della conservazione della biodiversità.

Percorsi verdi a Bibiana
Da Mangiare a Bibiana
Struttura ComuneIndirizzoTelefono
Cascina San Nazario Bibiana Via della Libertà 17 012155247
Agriturismo Il Frutto Permesso Bibiana Via del Vernè, 16 012155247
Agriturismo del Molino Bibiana Via Molino Nuovo, 10 012155745
Agriturismo Il Viale delle mele Bibiana Via del Vescovo, 38 - Fraz. Famolasco 0121559203
Osteria San Bernardo Bibiana Loc. San Bernardo 3395682074
Polisportiva Bibiana Via San Vincenzo, 42 012155700
Agriturismo "Gontero Valter" Bibiana Via San Bartolomeo, 26 3387704144
Agriturismo Il Frutto Permesso Bibiana Via del Verne, 16 012155383
Agriturismo Cascina di San Nazario Bibiana Via della Libertà, 17 3356923687
Agricampeggio La Tadea Bibiana Via Castellani, 13 3409742929
Ricettività a Bibiana
Struttura ComuneIndirizzoTelefono
Affittacamere Le Soleil Bibiana Via Vittorio Veneto, 17 012155149
Area Camper BIBIANA P.zza III Alpini
B&B La Vigna Bibiana Via del Vescovo, 1 3381693495
Comprare a Bibiana
Struttura Cosa ComuneIndirizzoTelefono
Bertotto Bruno Bibiana Via Cavour, 139 012155745
Bianco Elsa Bibiana Via Cavour, 109 012155257
Bonansea Guido Bibiana Via Cavour, 101 3388821664
Bonansea Valter Bibiana Via Cavour, 103
Carle Massimo Bibiana Via dei Pianazzi 33 3484508401
Castagno Giuseppina Bibiana Via Campiglione, 7
Il Frutto Permesso Bibiana Via del Vernè, 16 012155383
Crespo Cesarina Bibiana Via delle Rocchette, 24 3384713645
Giraudo Renato Bibiana Via del Beneficio, 4 3487667864
Martina Saturnino e Marco Bibiana Via Cavour, 126
Soc. Agr. Baldi Frutta di Maurino Marisa Bibiana Via Danesa, 6 0175392034
Perotti Luciano Bibiana Via S. Nazzario, 14 012155671
Possetto Mauro Bibiana Via Pellengo, 30 0121559358
Rossetto Ezio Bibiana Via S. Bartolomeo, 7 0121590431
Rossetto Riccardo Bibiana Via Fenile, 42 012155252
Saretto Livio Bibiana Via del Boschetto, 26 0121590401
Sclarandis Giuseppe Bibiana Via Madonna Grazie, 7 3493737233
Info/Servizi a Bibiana

Nessuna struttura presente